giovedì 6 marzo 2014

Di contaminazioni asiatiche latenti ed occhi a mandorla. Rice noodles veg all'orientale

La nostra cucina non ha nulla da invidiare al panorama internazionale: da italiani che si rispettino, ci pavoneggiamo per la nostra padronanza ai fornelli e per quei piatti conosciuti in tutto il mondo e di bontà universalmente riconosciuta. Sale il livore a chi ci guarda da fuori, per la nostra sconfinata cultura enogastronomica.
Tuttavia, di tanto in tanto, mi prende la voglia di cucina orientale e con pochi e semplici ingredienti è davvero presto fatto.
La verdura, nella mia casa, si consuma in quantità industriali. Cerco sempre di variegare, proponendo verdure diverse ogni giorno, per lo più in base alla stagionalità e, solo di tanto in tanto, in base alle voglie del momento. E cerco di cucinarle in maniera differente anche se, nella cucina di tutti i giorni, prediligo il gusto pieno degli ortaggi, cotture brevi e sane e poco, pochissimo condimento.
Quello che vi propongo oggi è un piatto delizioso, l'ideale per obbligare a mangiare verdura anche chi non l'ama.
Linguine di riso, germogli di soia, radice di ginger, salsa tamari e olio di sesamo danno un netto accento asiatico a questa preparazione. Tra le verdure fresche e dolci utilizzate, spiccano invece le taccole, a dare un tocco mediterraneo e croccante.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
per 2 persone

160gr di rice noodles (linguine di riso)
1 zucchina novella
1 carota
2 cipollotti freschi
una manciata di taccole (mangiatutto)
una manciata di germogli di soia
zenzero fresco, un pollice
salsa tamari, q.b.
olio di sesamo, q.b.
sale rosa dell' Himalaya, q.b.

Come procedere


Avviate il piatto con la preparazione delle verdure. Lavate accuratamente gli ortaggi, spuntate carote e zucchine e sfilettatele con l'aiuto di un pelapatate, tagliate il cipollotto novello in segmenti di 1/2 cm in diagonale.
In un wok - se lavete - o in una padella piuttosto capiente, andate a preparare un soffritto con un filo d'olio di sesamo, il cipollotto fresco e la radice di zenzero grattuggiata. Aggiungete le verdure dolci (la carota e la zucchina) e fatele insaporire in padella per qualche minuto. A questo punto, completate con taccole e germogli di soia e proseguite la cottura per pochi minuti ancora, in modo che le verdure restino ben croccanti. Salate leggermente, togliete dai fuochi e tenete in caldo.
Sbollentate gli spaghetti d riso in acqua leggermente salata per un paio di minuti, proseguite la cottura per altri 5 minuti nel wok, con qualche cucchiaio di tamari sauce e acqua di cottura. Mantecate con le verdure e servite ben caldo, accompagnando con una ciotolina di salsa tamari.

I miei Suggerimenti

Se in casa non avete olio di sesamo (che ha un accento tostato, tendente al dolciastro), potete utilizzare del comune olio EVO, magari scegliendone uno dal gusto robusto.
Per chi non la conoscesse, la salsa tamari è una salsa di soia giapponese, molto salata e dal sapore più intenso rispetto alla shoyu (la classica salsa di soia, ora in commercio anche in una versione "less salted"). Viene tradizionalmente usata per condire riso e verdure, come nel nostro caso.
Per i tempi di cottura dei noodles, controllate accuratamente le indicazioni riportate sulla confezione.

15 commenti:

  1. Eccomi, ci sono...ora sbircio in giro!
    :-)
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri, che tu sia la benvenuta! :-*

      Elimina
  2. mi piace sempre leggere le ricette in stile orientale...non ho ancora mai avuto il coraggio di buttarmi e sperimentare ma prima o poi lo farò! grazie per l'ispirazione.
    baci giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devi trovare, Giorgia. Spero davvero che questa ricetta ti sia d'ispirazione, magari puoi cominciare con gli yaki-udon, che si avvicinano di più alla nostra cultura, se non altro per il fatto che si tratta di pasta di grano e assorbe benissimo il condimento!
      Un abbraccio
      Lore

      Elimina
    2. grazie...prima o poi devo andare a fare cercare gli ingredienti (da noi a napoli mica è facile :s) e mi devo lanciare! aiuto! un bacio :D

      Elimina
  3. Anch'io amo cedere alla cucina fusione la tua proposta la trovo davvero appetitosa :-D
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, tesoro! Saporita e croccante al punto giusto, sono certa ti sarebbe piaciuta!
      Un bacione
      Lore

      Elimina
  4. ciao!=)
    ma quante stupende ricettine!!
    complimenti che magnifico blog!!
    mi sono unita ai tuoi lettori fissi se hai voglia di passare da me e se ti fa piacere ricambiare io ne sarei felicissima! a presto buona serata vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, grazie per essere passata da me!
      Felice di fare la tua conoscenza e di essere tua nuova supporter da questo momento! Un bacione
      Lore

      Elimina
  5. amo il tocco asiatico nelle proprie case.queste contaminazione ci permettono di creare piatti fantastici come questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy! Grazie per queste belle parole!
      Un abbraccio
      Lore

      Elimina
  6. ciao! grazie per a visita e per le tue parole!! questo piatto già mi piace perché le contaminazioni invadono i miei piatti quasi tutti i giorni!
    complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vati, ti seguo già su instagram e avevo già intuito di questa tua passione... Anche se il talento è esteso ad altro genere di pietanze... Le tue dolci alchimie sono da urlo!
      Complimenti per il blog e grazie per essere passata da me!
      Un bacione e a presto
      Lore

      Elimina