domenica 16 febbraio 2014

Riviera seafood. Insalata di polpo con patate prezzemolate e olive taggiasche

Metti un Venerdì in cui decidi legittimamente di concederti un giorno di ferie per farti qualche coccola, per prenderti cura di te stessa, della tua casa, delle tue cose. Un giorno intero da dedicare a quel che più ti piace fare.
E allora ti alzi la mattina ad un orario decente, né troppo presto né troppo tardi, e decidi di andare a fare la spesa al mercato. Quale lusso è per una donna che lavora andare a fare la spesa al mercato? Sono una che sa accontentarsi di poco e vedere il bello in ogni piccola cosa e vi dirò che è stato impagabile per un giorno abbandonare la divisa della donna che lavora, per vestire i panni - ben più comodi - della donna di casa, dell'angelo del focolare.
Un bel giro in Vimercate, in centro, e una sosta obbligata al banco del pesce, immenso, con pesci, molluschi, crostacei di ogni sorta e di ogni pezzatura, freschissimi. Quel fantomatico banco dove i ragazzi sono allegri e gioviali, dove sanno trattare il cliente e, soprattutto dove, se hai l'occhio ceruleo, il pesce fanno a gara a pulirtelo loro.
Il pesce mi piace da morire e lo preferisco di gran lunga alla carne ma, effettivamente, la fase della pulizia è quella che ogni volta mi perplime e mi fa desistere: guardo al polpo come potrei guardare ad una creatura degli abissi, pericolosa e mortale, il Kraken (chi conosce la mitologia greca, dovrebbe ben sapere di che parlo). D'altro canto, per una volta ho voluto mettermi in gioco e, a giudicare dalla bontà del risultato, è valsa la pana affrontare l'impresa titanica.
Le carni tenere del nostro cefalopode, ben cotte e saporite. L'abbinamento è un classico dei classici: patate e prezzemolo, con l'aggiunta delle olive taggiasche, di Riviera, le "Ponentine", un prodotto d'eccellenza della nostra bella Liguria, a dare una nota sapida e un gusto deciso. Un dressing in tutta semplicità, con un giro di olio EVO, preferibilmente anch'esso ligure.
Sono un po' affranta perché dopo tutta la fatica fatta, non ho avuto modo di documentare debitamente il risultato dei miei sforzi: mi consolo pensando che questo mi darà occasione di rivivere a breve l'ebbrezza di un Venerdì dedicato a me e alla cucina.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
per 4 persone

Per il polpo lessato
1 polpo da 1,5kg, già pulito
1 cipolla bianca
alloro, q.b.
pepe nero in grani, q.b.

Per l'insalata
2 patate grandi
olive taggiasche, q.b.
1 mazzetto di prezzemolo fresco
fleur de sel aromatizzato alle erbe provenzali, q.b.
pepe nero, a piacere
olio EVO, q.b.

Come procedere

Tempo di cottura per la lessatura del polpo: 1h.
In una pentola molto capiente, mettete a bollire la cipolla, l'alloro e il pepe in grani, il tutto a freddo. Portate a bollore il brodo, prendete i polpo dalla testa e tuffate i tentacoli per 4/5 volte nell'acqua bollente, perchè si arriccino. A questo punto, immergetelo completamente in acqua e portate a cottura, a fuoco dolce. Lasciate che si raffreddi nella propria acqua di cottura: in questo modo le carni risulteranno ancor più tenere.
Prelevate il polpo con una pinza e procedete alla pulizia, rimuovendo le ventose, la pelle e le parti gelatinose. Tagliatelo a tocchetti, che raccoglierete in una capiente ciotola.
Lessate le patate, che avrete precedentemente pelato e tagliato a cubetti, in acqua salata per circa 10/12 minuti. Lasciate intiepidire ed unitele in insalata al polpo a tocchetti e alle olive taggiasche, ben scolate dalla propria salamoia. Aggiustate di sale (fleur de sel) e pepe e aggiugete delle foglie e dei gambi di prezzemolo fresco tritato e condite con olio EVO. Lasciate riposare e prendere sapore in frigorifero, fino al momento di servire.

I miei Suggerimenti

La lessatura del polpo può avvenire anche il giorno prima dell'assembaggio dell'insalata. Lasciandolo riposare in frigorifero, abbiate l'accortezza di mescolarlo e sgranarlo di tanto in tanto, poiché ha la tendenza a gelificare e compattarsi.
Impiattate l'insalata aiutandovi con un coppapasta, rifinite con un giro di olio EVO e un ciuffo di prezzemolo. Servite con un Pigato, ben fresco, per rimanere in linea con il tema della Riviera Ligure.

10 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Serena! Felicissima di ritrovarti! Un bacione e Buona Domenica, per quel che ne resta!
      Lore

      Elimina
  2. Risposte
    1. Piace tantissimo anche a me! Tutte pazze per il cefalopode! :-D

      Elimina
  3. Kraken? XD cmq scherzia a partelo preparo spesso e mi piace tanto. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! E' una delle mie doti, o dei miei peggiori difetti, rendere tutto melodrammatico... Avrei dovuto titolare il post " A tu per tu col cefalopode"! :-D
      Ciao, grazie mille per essere passata e Buona Domenica! A presto!
      Lore

      Elimina
  4. Il polpo mi piace tanto, ma non ho mai provato a prepararlo. La tua ricetta non mi sembra così difficile e potrei provare a replicarla! Buon inizio di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è difficile affatto! Solo un po' lunga la cottura e laboriosa la fase di pulizia post cottura! Ma se si ha tutto il tempo necessario, merita davvero! Fammi sapere come ti è venuto il polpo se deciderai di replicare la ricetta! Buona serata :-)

      Elimina
  5. Io ho il privilegio di godere della magia del mercato quando voglio, so di essere fortunata! Quindi comprendo la gioia per la tua giornata di vacanza :)
    La tua insalata di polpo è bellissima a dire poco! E chissà che buona. Un bacione grande tesoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fortunata davvero! A poterlo fare, ci andrei tutti i giorni a far la spesa al mercato... Comprare il minimo indispensabile e prodotti qualitativi: top! Un abbraccio taumaturgico e preventivo, visto che adesso stai bene!

      Elimina