Passa ai contenuti principali

Fitnessaholic muffin gusto choco-banana, con mandorle e bacche di Goji


E' bene che uno sportivo mangi in modo sano ed equilibrato, ma soprattutto che non patisca la fame in quei momenti della giornata in cui ci vuole più energia: la mattina, perché la giornata abbia il via con la giusta dose di zuccheri a cui attingere per mantenere viva e desta la concentrazione; così come prima di un allenamento o di una qualsiasi attività che comporti un certo dispendio energetico, per avere la giusta carica e ottenere il massimo del rendimento.
In questi mesi di latitanza mi sono data parecchio da fare, dividendomi tra i lavori per la casa e i miei irrinunciabili allenamenti in palestra. Amo lo sport e il movimento perchè trovo sia impagabile quella sensazione di stare bene, di sentirsi tonici e in forma, la botta adrenalinica e il livelli di serotonina in impennata costante.
Passo le mie 8 ore lavorative seduta composta alla scrivania, ma con un demone dentro che scalcia e vorrebbe vedermi proattiva e dinamica, impegnata in ben altre attività. E anche il Venerdì, quando in molti sono a dare il benvenuto al weekend con un bell' aperitivo, io sento impellente invece quella necessità di chiudere la settimana dando fondo alle energie rimaste e raggiungo il limite, facendo della sanissima attività cardio e sciabolando con barre e manubri.
Sono già passati tre anni dacché mi sono appassionata a quella disciplina che qui chiamano body pump, dove a suon di musica si lavora a circuito, facendo esercizi sia di definizione muscolare, che di miglioramento della resistenza.
Amo alla follia il mio gruppo, quella della "Old School", con cui ho cominciato questo percorso, condiviso momenti di sudore e fatica e con cui si lavora in perfetta sinergia.
Questi muffin con farina integrale sono dedicati a chi è sportivo e a chi crede in quel che fa: con cioccolato e mandorle a dare una sferzata di zuccheri da convertire in energia immediata, con polpa di banana per il recupero e bacche di Goji, conosciute per avere grandi proprietà antiossidanti.
Fatica, costanza e dedizione: una filosofia di vita.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
per 10 muffin

latte di mandorle, 70ml per l'impasto + q.b. per far rinvenire le bacche di Goji
125gr di farina integrale
62gr di burro di cacao Venchi
62gr zucchero di canna integrale
75gr di gocce di cioccolato
30gr di mandorle + 10 per la guarnizione
1 uovo bio di medie dimensioni
1 banana matura
lime, qualche goccia
6gr di lievito vanigliato per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale

Come procedere

Lasciate reidratare le bacche di Goji in una ciotola con del latte di mandorle per una quindicina di minuti.
Nel frattempo, fate sciogliere i panetti di burro di cacao a bagnomaria. Una volta portato a temperatura ambiente, sbattete il burro di cacao con lo zucchero di canna integrale. Aggiungete l'uovo e continuate a sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo, a cui andrete ad amalgamare gli ingredienti secchi (la farina integrale, il lievito, il bicarbonato ed un pizzico di sale), aiutandovi con del latte di mandorle versato a filo.
Sbucciate la banana - che deve essere ben matura - acidulate la polpa con poche gocce di succo di lime perché non diventi scura e schiacciatela con i rebbi di una forchetta, riducendola in purea, con cui andrete ad arricchire e profumare l'impasto.
Scolate e strizzate le bacche di Goji, frantumate grossolanamente le mandorle e aggiungete al composto anche questi ingredienti.
In ultimo, aggiungete il fondente in gocce, avendo cura di tenerne da parte una manciata per la guarnizione dei muffin.
Foderate uno stampo per muffin con dei pirottini di carta, versate il composto e riempite ciascun pirottino per i 2/3 circa. Decorate con gocce di cioccolato e mandorle intere.
Preriscaldate il forno a 180° e fate cuocere i vostri muffin per 20'.

I miei Suggerimenti

Questi muffin sono buoni e sani. Pratici come una barretta energetica, ma molto più golosi. Mangiateli a colazione, quando sapete di dover affrontare una giornata impegnativa o prima dell'attività fisica.

Commenti

  1. Risposte
    1. Grazie Daniela! Un abbraccio e Buona Domenica! :-*

      Elimina
  2. Come ti capisco Lore, amo tantissimo anch'io lo sport... ti fa stare bene e in serenità!
    I tuoi muffins sono sublimi, ottimi per iniziare la giornata con la giusta carica!
    A presto, Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che in te avrei trovato man forte! Bella, dinamica, sportiva! Grazie tesoro e Buona Domenica! :-*

      Elimina
  3. Sono veramente deliziosi...Da un anno anch'io frequento con regolarità una palestra...per me è stata terapeutica...E ora non ne potrei più fare a meno...La sensazione di benessere che ti lascia la fatica è unica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Memole, lo sport fa meglio di quasiasi altra terapia. Rende forti, migliora il modo di relazionarsi e fa crescere l'autostima. Necessario, assolutamente necessario. Un bacione e Buona Domenica!
      Lore

      Elimina
  4. Ciao!!! fantastici i tuo muffin! Sono d'accordo con te sull'attivita' fiisca! a me manca moltissimo, da quando ho avuto la bimba ho smesso, ma anche io come te ero in un gruppo, facevo danza moderna e oltre a uno sport era diventato anche un obiettivo da raggiungere! ora ho altri obiettivi e quindi tutto e' stato abbandonato!!!Sono felice lo stesso anche grazie alla vista della tua deliziosa colazione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annalisa, so che è difficile cercare di conciliare il tutto ma non rinunciare ai tuoi spazi e a quello che ti fa stare bene! Se la passione è grande il tempo si trova, anche se la vita si fa un po' più difficile! Ciao bellezza, un bacione

      Elimina
  5. Buonissim e bellissimii! Proprio oggi ne ho fatti anche io ciocco-banana, sai!?
    Un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao patata, scusa per la risposta che si è fatta attendere... Cucino appena ho tempo ma ho pochissimo tempo per scrivere, adesso che mi tocca condividere il pc col mio topino da biblioteca, ce ha sempre la precedenza ed è difficile da stanare! La stima è crescente per tutto ciò che fai. Ciao bellina e Buona Domenica! Un abbraccio

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cestini di pasta brisée con ricotta di bufala, porro e pancetta affumicata

Se vi dovesse venire la voglia di preparare un antipastino sfizioso, che non porti via troppo tempo nella preparazione, questo è l'ideale.
In generale, considero la pasta brisée e la sfoglia già pronte come una sorta di manna dal cielo, poiché ci permettono di fare efficienza risparmiando parecchio tempo, facendo comunque un gran figurone.
La freschezza della ricotta, la croccantezza e il sapore leggermente affumicato dei "coriandoli" di pancetta soffritti e la dolcezza del porro rosolato in padella faranno il resto.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

Insalata di farro alla catalana

Amo moltissimo il luogo in cui vivo, la mia bella Brianza, un crocevia tra gli "Sciur" della Milano bene, i "Laghée" della zona di Como/Lecco e i "Muntagnat" della Valtellina e delle valli bergamasche. E per quel che mi riguarda è importantissimo fare delle scelte di salvaguardia delle realtà contadine del territorio, preservando in tal modo anche un pezzetto del nostro ambiente: è per questo motivo che, per l'acquisto delle materie prime (in particolare per alcune categorie di prodotto), preferisco rivolgermi alle piccole realtà rurali della zona (cascine, mulini), piuttosto che alla grande distribuzione. Una scelta per l'ambiente, per il territorio, per le tradizioni locali, che è anche garanzia di genuinità e alta qualità dei prodotti. Ed è bello poi vedere come, a partire da ingredienti semplici, sia possibile creare dei piatti tutt'altro che frugali. E' il caso di questa insalata di farro: fresca, deliziosa, un vero concentrato di sa…

Brandade de morue: baccalà alla provenzale

Chi mi conosce sa di questa mia fissazione per la Provenza: una fissazione che ha del patologico. Adoro i luoghi della Provenza, lo stile shabby-chic provenzale, la cucina di Provenza, semplice ma odorosa e raffinata. Per voi oggi indosso i panni de la Marianne, simbolo di Francia, proponendovi un piatto per nulla difficoltoso: una di quelle preparazioni che si fanno da se, con un minimo sforzo per una massima resa. In Francia lo chiamano "Brandade de Morue", ma non è che il parente prossimo del "Brandacujun", tipico del ponente ligure. Questa la prefiguro come una proposta adatta ad un antipasto rustico o per un aperisfizio assolutamente informale tra amici, dove spalmare crostoni di pane brascato con salsine di ogni sorta e diversa provenienza e dove mangiare rigorosamente con le mani. Di nuovo, per palati che prediligono gusti decisi e piatti di sostanza. Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi e stessi e soprenderete anche i vostri ospiti!