mercoledì 29 aprile 2015

Tagliatelle cinesi con datterino giallo, 'nduja, zenzero e vaniglia

L'esotismo è qualcosa che mi affascina moltissimo: la mia attenzione non può che venire inesorabilmente calamitata dal magnetismo di tutto ciò che arriva da paesi lontani.
D'altro canto, parlando di cibo, l'idea di fondere in un'unico piatto elementi esotici ed altri tipici della nostra cultura è assolutamente da me, creando in questo modo un mix di sapori nuovi ed inaspettatamente piacevoli.
Nascono così queste tagliatelline cinesi, legate indissolubilmente ad un sugo tipicamente italiano, tipicamente del Sud: 'nduja e pomodorini.
Non paga, ho voluto mitigare la nota piccante della 'nduja e correggere l'acidità del pomodoro, facendo un insolito e quanto mai azzardato uso della vaniglia Bourbon.
E vengono infine questi aromi caratterizzanti, tipicamente usati nei paesi orientali: lo zenzero ed il coriandolo fresco, per un tocco di verde - che non guasta mai - ed una nota fresca e balsamica di fondo.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!


La lista degli Ingredienti
per 2 persone

Per i noodles
120gr di tagliatelle cinesi
200gr di datterini gialli
1/2 fettina di 'nduja
1/2 bacca di vaniglia (il contenuto)
fleur de sel, q.b.
olio EVO, q.b.

Per il brodo
acqua, q.b.
un pollice di zenzero fresco
1/2 bacca di vaniglia (il baccello)

Per la guarnizione
coriandolo fresco, a piacere
peperoncino rosso piccante fresco, a piacere

Come procedere

Preparate ora il condimento delle vostre tagliatelline cinesi. In un saltapasta, fate rosolare la 'nduja tagliata al coltello con un filo d'olio. Aggiungete i pomodori datterini gialli e lasciate cuocere per una decina di minuti. Poco prima di smorzare i fuochi, aggiungete il contenuto della bacca di vaniglia Bourbon e aggiustate di sale. Tenete in caldo.
Profumate l'acqua di cottura dei noodles con zenzero, mezza bacca di vaniglia privata del proprio prezioso contenuto ed insaporite con una presa di fior di sale.
Raggiunto il punto d'ebollizione, cuocete le tagliatelline per un paio di minuti. Trasferitele nel saltapasta con il condimento e completate la cottura per i restanti 2', allungando con qualche cucchiaio di acqua aromatizzata per risottare i noodles e renderli ben viscosi.

I miei Suggerimenti

Servite bollente, meglio se in ciotoline in stile orientale, con un trito di coriandolo fresco. Se desiderate, guarnite con una rondella di peperoncino rosso piccante.
Da mangiare rigorosamente con le bacchette.

6 commenti:

  1. E no...con le bacchette no! Non sono capace, mi incespico. Mangio con le mani piuttosto :)
    Un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, qui bisogna recuperare... Corso intensivo perchè saper mangiare con le bacchette è super appagante. Avanti! :-D

      Elimina
  2. I tuoi piatti sono sempre tanto invitanti e ghiotti.... ottime queste tagliatelle, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo qui per ingolosirci a vicenda! Un abbraccio
      Lore

      Elimina
  3. Che abbinamenti particolari, sapori intensi, ispirazione zen....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un piatto ayurvedico, olistico, metafisico. ;-)
      Un abbraccio anche a te.
      Lore

      Elimina