Passa ai contenuti principali

Coccolami-su: il mio Tiramisù al cocco, crema di limoncello e lamponi per la Festa degli Innamorati

Questo dolce al cucchiaio non è che la pura espressione della tenerezza e della passione. Insomma, quei requisiti indispensabili perché il livello di affiatamento sia sempre molto alto all'interno di una coppia.
Un dolce che voglio dedicare al mio Valentino, che da tempo immemore mi sta accanto in maniera insuperabile. Soprattutto ora che sto attraversando un momento di transizione, di scelte imposte, di bivi e grossi punti di domanda.
Un dolce che, allo stesso tempo, voglio dedicare anche ad una community di cui vi ho già parlato in passato e che ho ampiamente e caldamente sponsorizzato, perché per me ha fatto molto: quella de Le Instamamme. Un soffice pensiero per tutte quelle mamme innamorate dei propri figli e dei propri compagni di vita, come lo sono io oggi.
Un dolce che mi ha dato davvero molta soddisfazione per il superbo gioco dei contrasti. Ove la nota acidula del lampone ha una doppia valenza: ora sgrassa, pulisce e rinfresca il palato dalla voluttà della crema tiramisù; ora contrasta la dolcezza della bagna al latte di cocco.
Onde evitare un effetto che risultasse stucchevole, ho arricchito la bagna con qualche cucchiaino di crema di limoncello, rigorosamente homemade: mi piace molto la combo cocco ed agrumi.
Preparatelo anche voi, per sorprendere la vostra metà della mela. E non dimenticate di sottolineare che voi amate.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!


La lista degli Ingredienti
per un ring dia. 10cm e 2 verrine monoporzione
oppure
per 4 verrine mono

Per la crema tiramisù
5 cucchiai di mascarpone freschissimo
10 savoiardi (i miei, savoiardi di Fonni)
1 uovo bio
1 limone non trattato
3 cucchiai di zucchero semolato extra-fine, aromatizzato alla vaniglia
crema di limoncello, a piacere
un pizzico di fleur de sel

Per la bagna
100ml di latte di cocco
1 cucchiaio di zucchero semolato extra-fine, aromatizzato alla vaniglia
crema di limoncello, a piacere

Per la guarnizione
200gr di lamponi freschi
scaglie di cocco disidratato, q.b.

Kitchen tools
Suggellando il mio amore per la planetaria KitchenAid

Come procedere

Preparate la bagna al cocco, versando in una fondina il latte di cocco nelle dosi consigliate, zuccheratelo e profumatelo con la crema di limoncello (non più di qualche cucchiaino). Qui andrete poi ad inzuppare i savoiardi di Fonni.
Separate l'albume dal tuorlo. Nella ciotola in dotazione con il KitchenAid, sbattete con la frusta il tuorlo con 3 cucchiai di zucchero semolato. Setacciate il mascarpone e aggiungetelo al composto di uova e zucchero, dopo aver levato la frusta, sostituendola con il gancio a foglia. Profumate con qualche cucchiaio di crema di limoncello e scorza di limone grattugiata, amalgamando fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
Montate a neve la chiara d'uovo con un pizzico di fleur de se e, con massima delicatezza, incorporate l'albume montato alla crema di mascarpone, mescolando con un movimento dall'alto verso il basso (a mano).
Ora potete assemblare il vostro tiramisù, stratificando gli ingredienti: i savoiardi generosamente imbevuti la bagna, la crema tiramisu profumata al limone, i lamponi a pezzetti ed il cocco a scaglie. Componente due strati.
Lasciate riposare il dolce in frigorifero, fino al momento di servire: l'ideale sarebbe prepararlo la mattina per la sera.

I miei Suggerimenti

Le dosi qui sopra riportate sono sufficienti per 4/6 persone.
Se impiattate utilizzando un ring, abbiate cura di foderarlo con carta forno, per agevolarvi al momento di sformare il dolce.
Servite a fine pasto - meglio se leggero - con un bicchierino gelato di crema al limoncello, rigorosamente homemade.



Partecipo al Giveaway del blog "Dolcizie... Le mie dolci delizie".







Commenti

  1. Anche io spesso, quando non uso i savoiardi freschi piemontesi, adopero dì quelli di Fonni, sono buonissimi! un dolce di sicuro effetto e sicuramente di un bontà pazzesca, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono moltissimo... Potrei sbilanciarmi dicendo che sono i migliori in commercio e per me la qualità degli ingredienti è tutto. Poi magari la prossima volta potrei decidere di prepararli in casa perché si sa che fatto in casa è più buono. Un bacione, buon weekend e grazie per essere passata a trovarmi! :-D

      Elimina
  2. Ciao Lore!!! Grazie per essere passata da noi, felici di conoscerti!!
    Un dolce super romantico in vista di domani, c'incuriosisce l'abbinamento limoncello-cocco, i lamponi li adoriamo già!
    Buon weekend e a presto allora, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piacere è tutto mio. Felice di avervi incuriosite un filino con questa mia dolce proposta.
      Un bacione
      Lore

      Elimina
  3. Semplicemente perfetto nella sua equilibrata ricchezza!
    Buon San Valentino cara, e in bocca al lupo per le tue scelte, qualsiasi esse siano :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi conosci abbastanza da sapere che quando utilizzo certi ingredienti, ne propongo giusto un assaggio... ;-)
      Ti auguro un Buon S.Valentino, a tre teste e tre cuori, con la vostra piccolina.
      Bacioni <3

      Elimina
  4. Favoloso!!! Ne voglio tantissimo!!! Non ho mai assaggiato questi savoiardi, grazie per la dritta!!
    In bocca al lupo per tutto e un grande abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro, un grande abbraccio a te.
      A prestissimo
      Lore

      Elimina
  5. Che bellissima dedica e che dolce stupendo x coccolare e coccolarsi, complimenti cara, ti mando un abbraccio affettuoso e un augurio di felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore. Felice weekend anche a te! Mille baci

      Elimina
  6. Questa sì che è una coccola golosa, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  7. Un dolce stupendo, anche io adoro i lamponi ma di questa stagione dove li hai trovati freschi? Bravissima, bel dolce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui in Brianza si trovano al di là della stagionalità... Per quanto la stagionalità sia un elemento importantissimo... Per la mia proposta di S.Valentino avevo assolutamente bisogno di frutti rossi! ;-)

      Elimina
    2. Brianza? Anche io abito in Brianza!! ;))

      Elimina
    3. Dove? Io sono di Lomagna... Conosci?

      Elimina
    4. Certo! Anni fa era mia la pizzeria da asporto, davanti alla chiesa! Io sono di Casatenovo. Siamo vicinissime!

      Elimina
    5. Accidenti, allora siamo davvero vicinissime! :-D

      Elimina
  8. Si mangia con gli occhi!!! Bellissimo nella sua forma e sicuramente ottimo, data la lista degli ingredienti!! Un dolcissimo san Valentino per te :-)

    RispondiElimina
  9. ...mi sono innamorata, follemente innamorata del tuo tiramisù!!
    sono passata di qua per caso, ma mi fermo molto volentieri e mi aggiungo ai tuoiu lettori!
    Ricette meravigliose!!
    Un abbraccio
    Sabrina
    www.delizieeconfidenze.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, ti ringrazio tantissimo e sono subito da te! <3

      Elimina
  10. Davvero complimenti, bellissimo blog e ricette favolose! grazie per aver partecipato al mio giveaway :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cestini di pasta brisée con ricotta di bufala, porro e pancetta affumicata

Se vi dovesse venire la voglia di preparare un antipastino sfizioso, che non porti via troppo tempo nella preparazione, questo è l'ideale.
In generale, considero la pasta brisée e la sfoglia già pronte come una sorta di manna dal cielo, poiché ci permettono di fare efficienza risparmiando parecchio tempo, facendo comunque un gran figurone.
La freschezza della ricotta, la croccantezza e il sapore leggermente affumicato dei "coriandoli" di pancetta soffritti e la dolcezza del porro rosolato in padella faranno il resto.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

Brandade de morue: baccalà alla provenzale

Chi mi conosce sa di questa mia fissazione per la Provenza: una fissazione che ha del patologico. Adoro i luoghi della Provenza, lo stile shabby-chic provenzale, la cucina di Provenza, semplice ma odorosa e raffinata. Per voi oggi indosso i panni de la Marianne, simbolo di Francia, proponendovi un piatto per nulla difficoltoso: una di quelle preparazioni che si fanno da se, con un minimo sforzo per una massima resa. In Francia lo chiamano "Brandade de Morue", ma non è che il parente prossimo del "Brandacujun", tipico del ponente ligure. Questa la prefiguro come una proposta adatta ad un antipasto rustico o per un aperisfizio assolutamente informale tra amici, dove spalmare crostoni di pane brascato con salsine di ogni sorta e diversa provenienza e dove mangiare rigorosamente con le mani. Di nuovo, per palati che prediligono gusti decisi e piatti di sostanza. Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi e stessi e soprenderete anche i vostri ospiti!

Insalata di farro alla catalana

Amo moltissimo il luogo in cui vivo, la mia bella Brianza, un crocevia tra gli "Sciur" della Milano bene, i "Laghée" della zona di Como/Lecco e i "Muntagnat" della Valtellina e delle valli bergamasche. E per quel che mi riguarda è importantissimo fare delle scelte di salvaguardia delle realtà contadine del territorio, preservando in tal modo anche un pezzetto del nostro ambiente: è per questo motivo che, per l'acquisto delle materie prime (in particolare per alcune categorie di prodotto), preferisco rivolgermi alle piccole realtà rurali della zona (cascine, mulini), piuttosto che alla grande distribuzione. Una scelta per l'ambiente, per il territorio, per le tradizioni locali, che è anche garanzia di genuinità e alta qualità dei prodotti. Ed è bello poi vedere come, a partire da ingredienti semplici, sia possibile creare dei piatti tutt'altro che frugali. E' il caso di questa insalata di farro: fresca, deliziosa, un vero concentrato di sa…