Passa ai contenuti principali

Insalata di farro con confit di datterini, zucchine e zenzero

Qui nella mia amata Brianza pare che le giornate di primavera si alternino a quelle d'autunno inoltrato, con gran pioggia e brividi di freddo che corrono lungo la schiena. E allora cerchiamo di rendere giustizia alla primavera perlomeno nel piatto, portando colore ed allegria sulle vostre tavole.
Questa volta vi propongo una bella insalata, ricca di colore e di sapore. Per fare bene alla salute, ma anche al vostro umore, nel totale rispetto della filosofia "Mens sana in corpore sano".
Del farro dicoccum vi avevo già parlato in un post precedente. Eccovi qua una nuova proposta su come utilizzare questo versatilissimo ingrediente.
Portate questa insalata sulle vostre tavole e, perchè no, nella vostra bento-box: un'ottima, fresca e sana alternativa al solito panino/tramezzino, che magari siete soliti consumare durante la vostra pausa pranzo.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
(per 2 persone)
 
Per l'insalata di farro
80gr di farro dicoccum
confit di datterini, a piacere
1 zucchina
1 spicchio d'aglio
radice di zenzero fresco, a piacere
olio EVO, q.b.
sale, q.b.
pepe, a piacere
 
Per i datterini confit
500gr di datterini
erba cipollina, q.b.
zucchero semolato, q.b.
olio EVO, q.b.
sale, q.b.
pepe, a piacere
 
Per la guarnizione
erba cipollina, qualche stelo
confit di datterini, q.b.
olio EVO, q.b.
 
Come procedere

Per prima cosa occupatevi della preparazione dei pomodorini confit. Lavate i datterini, tagliateli a metà e poneteli su una leccarda foderata con carta forno. Distribuite lo zucchero, salate, pepate, aromatizzate con erba cipollina e condite con un filo d'olio. Preriscaldate il forno a 140° e cuocete i datterini per 60' circa. Lasciateli completamente raffreddare prima di utilizzarli o riporli per la conserva.
Mondate velocemente il farro a dito, sciacquatelo bene sotto l'acqua corrente e fatelo cuocere in acqua bollente, leggermente salata, per 15'. Una volta cotto, scolatelo e lasciatelo raffreddare in una insalatiera piuttosto capiente.
Lavate una zucchina, spuntatela, grattuggiatela e passatela brevemente in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio in camicia, aggiustate di sale e pepe.
Ora "costruite" la vosta insalata, aggiungendo al farro tutti gli ingredienti: la zucchina grattuggiata, a piacere della radice di zenzero grattuggiata, i pomodorini confit e condite molto semplicemente, con olio EVO.
Lasciate insaporire prima di servire.

I miei Suggerimenti

I datterini confit possono essere preparati anche il giorno prima, si conservano benissimo nei contenitori in vetro con coperchio in plastica tipo Frigoverre, per intenderci.
Per avere un piatto ordinato e ben presentato, impiattate aiutandovi con un ring oppure date all'insalata la forma di una cupoletta utilizzando una semplice coppetta da macedonia, che avrete leggermente unto con olio EVO.
Completate la guarnizione con alcuni steli di erba cipollina (come richiamo ai confit aromatizzati), pomodorini confit e un giro d'olio EVO.
Con questa ricetta partecipo al contest "Le Insalate" de "Il Cestino da pic nic".
 
Con questa ricetta partecipo al contest ""La prova del farro".
 
Con questa ricetta partecipo al contest "Cereali&Co. in insalata".
 


Commenti

  1. Ciao Brianzola, mi piace davvero un sacco sai questa insalatina, è una vita che voglio fare i pomodorini confit, che sia la volta buona??? :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E devi assolutamente farli 'sti benedetti confit... Meravigliosi, cambiano il gusto (in meglio) ad ogni piatto! Tu dovrai fare ben poco, solo accingerti a mettere mano al portafoglio quando ci sarà da pagare la bolletta, per via del forno che farà scintille! ;-)
      Scherzi a parte, non privarti di questa bontà! Baci Roby! :-D

      Elimina
  2. Chissà che delizia!! Questa ricetta mi piace molto... grazie di essere passata da me, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermi lasciato un commento! A presto, Chiara! :-D

      Elimina
  3. ciao!!!
    insalatina deliziosa e perfetta per il contest!l'ho già inserita..
    un bacione!Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per questa bella opportunità! Incrocio le dita! Un abbraccio! :-D

      Elimina
  4. Una ricetta davvero originale, complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  5. Una ricetta molto stuzzicante.Ti seguo con piacere.A presto
    www.dolciarmonie.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica, chiedo subito venia per essermi attardata nella risposta... Proprio io che ci tengo a rispondere a tutti e che lo faccio con gran piacere! Passo subito a trovarti! Grazie infinite per avermi lasciato questo commento e spero di ritrovarti presto! Sono in elaborazione delle ricette molto interessanti! :-D Un abbraccio

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cestini di pasta brisée con ricotta di bufala, porro e pancetta affumicata

Se vi dovesse venire la voglia di preparare un antipastino sfizioso, che non porti via troppo tempo nella preparazione, questo è l'ideale.
In generale, considero la pasta brisée e la sfoglia già pronte come una sorta di manna dal cielo, poiché ci permettono di fare efficienza risparmiando parecchio tempo, facendo comunque un gran figurone.
La freschezza della ricotta, la croccantezza e il sapore leggermente affumicato dei "coriandoli" di pancetta soffritti e la dolcezza del porro rosolato in padella faranno il resto.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

Brandade de morue: baccalà alla provenzale

Chi mi conosce sa di questa mia fissazione per la Provenza: una fissazione che ha del patologico. Adoro i luoghi della Provenza, lo stile shabby-chic provenzale, la cucina di Provenza, semplice ma odorosa e raffinata. Per voi oggi indosso i panni de la Marianne, simbolo di Francia, proponendovi un piatto per nulla difficoltoso: una di quelle preparazioni che si fanno da se, con un minimo sforzo per una massima resa. In Francia lo chiamano "Brandade de Morue", ma non è che il parente prossimo del "Brandacujun", tipico del ponente ligure. Questa la prefiguro come una proposta adatta ad un antipasto rustico o per un aperisfizio assolutamente informale tra amici, dove spalmare crostoni di pane brascato con salsine di ogni sorta e diversa provenienza e dove mangiare rigorosamente con le mani. Di nuovo, per palati che prediligono gusti decisi e piatti di sostanza. Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi e stessi e soprenderete anche i vostri ospiti!

Insalata di farro alla catalana

Amo moltissimo il luogo in cui vivo, la mia bella Brianza, un crocevia tra gli "Sciur" della Milano bene, i "Laghée" della zona di Como/Lecco e i "Muntagnat" della Valtellina e delle valli bergamasche. E per quel che mi riguarda è importantissimo fare delle scelte di salvaguardia delle realtà contadine del territorio, preservando in tal modo anche un pezzetto del nostro ambiente: è per questo motivo che, per l'acquisto delle materie prime (in particolare per alcune categorie di prodotto), preferisco rivolgermi alle piccole realtà rurali della zona (cascine, mulini), piuttosto che alla grande distribuzione. Una scelta per l'ambiente, per il territorio, per le tradizioni locali, che è anche garanzia di genuinità e alta qualità dei prodotti. Ed è bello poi vedere come, a partire da ingredienti semplici, sia possibile creare dei piatti tutt'altro che frugali. E' il caso di questa insalata di farro: fresca, deliziosa, un vero concentrato di sa…