giovedì 26 luglio 2012

Pesto genovese alla maniera brianzola

 
Per motivi pratici, tante volte si è più propensi a comperare direttamente un vasetto di pesto preconfezionato, perdendo così tutto il gusto, la freschezza e la genuinità di ciò che viene preparato in casa con le proprie mani.
Personalmente, a me il pesto piace prepararlo al momento, quel tanto che basta, in base anche all'uso che devo farne.
Pochi ingredienti e poche, semplici operazioni vi consentiranno di avere a disposizione un pesto profumatissimo e fatto di fresco, utilizzabile per condire una pasta, arricchire un sugo, accompagnare degli stuzzichini.
Questa è la ricetta di famiglia, collaudata più e più volte.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!


La Lista degli Ingredienti
(per condire 200gr di pasta fresca)
 
25/30 foglie di basilico
60gr di grana padano grattuggiato (oppure 30gr di grana + 30gr di pecorino, secondo i vostri gusti)
1/2 spicchio d'aglio (facoltativo)
2/3 cucchiai di pinoli
circa 1/2 bicchiere di olio EVO
sale grosso da cucina q.b.

Come Procedere

Se non siete armate di mortaio e pestello e siete sempre in lotta contro il tempo, fate come me ed utilizzate un frullatore o un tritatutto (di quelli con recipiente in dotazione).
Per evitare fenomeni di ossidazione del colore (per via del calore generato dalle lame che girano vorticosamente), e compromettere così la presentazione della vostra salsa, è sufficiente un piccolo accorgimento: riponete in freezer il recipiente qualche ora prima di procedere alla preparazione del pesto oppure aggiungete agli ingredenti elencati sopra un paio di cubetti di ghiaccio.
Avviate il robot e voilà: in pochi istanti il vostro pesto sarà pronto per i più svariati utilizzi in cucina.
I miei Suggerimenti

Mi piace definire il Pesto come l'Oro Verde della Madre Terra Ligure.
Quindi, per rimanere in tema con la regione di provenienza di questa ghiottoneria, accosterei ad un piatto di trofie o trenette al Pesto un buon Pigato, un vino prodotto dalle uve di pigato nella riviera ligure di ponente, in particolare nella piana di Albenga. Da servire rigorosamente fresco.
Un altro consiglio, questa volta di carattere puramente tecnico: se decideste di servirlo come condimento per la pasta e il vostro Pesto risultasse un po' troppo denso e consistente, potete decidere di stemperalo con dell'acqua di cottura. A questo pro, ricordatevi di prelevarla prima che buttiate la pasta, in modo che abbia tutto il tempo per freddarsi: utilizzando acqua bollente, gli ingredienti di cui è costituito potrebbero disgregarsi.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento