giovedì 9 giugno 2016

Pane frattau, in chiave chic

Chi ha girato, conosciuto ed amato la Sardegna, certo avrà apprezzato anche i piatti tipici della tradizione locale. Il pane frattau è un tradizionalissimo piatto sardo della cucina povera, che ho deciso di rivisitare in chiave contemporanea e chic: è giusto che anche questi piatti, che hanno profonde radici nella terra natia, vengano esportati, riproposti e, perché no, rinnovati nella forma, resi belli ed appetibili.
In effetti, sono bastati pochi e semplici ingredienti "cosmetici", di terra e di totale eccellenza, per dare a questa tradizionale ricetta un volto del tutto nuovo: una manciata di asparagi bianchi di Bassano DOP, l'uovo di quaglia e i fiori di borragine a km 0, coltivati con amore nel mio orto da terrazza.
Bello da vedere, appagante nel gusto, certamente da provare.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!
 
La lista degli Ingredienti
per 2 persone

pane carasau, q.b.
pecorino fresco, q.b.
10 punte di asparago bianco di Bassano DOP
2 uova di quaglia
350gr di pomodori datterini rossi (conserva + succo)
1/2 cipolla rossa di Tropea
qualche fogliolina di basilico
qualche fogliolina di salvia
piment d'Espelette, q.b.
fleur de sel, q.b.
olio EVO, q.b.

Per il brodo vegetale
acqua, q.b.
1/2 cipolla rossa di Tropea
un bouquet garni di basilico e salvia
fleur de sel, q.b.

Per la guarnizione
fiori di Borragine, q.b.

Come procedere

Preparate il brodo vegetale, portando ad ebollizione l'acqua con 1/2 cipolla rossa di Tropea e il bouquet garni. Aggiustate di sale.
Nel brodo, scottate per 5' le punte degli asparagi bianchi e tenete da parte.
Preparate un sugo di pomodoro molto denso facendo soffriggere la cipolla rossa di Tropea con un filo d'olio EVO, aggiungete la conserva ed il succo di datterino, aggiustate di sale e aromatizzate con il peperoncino. Fate cuocere a fuoco dolce fino a che la salsa non si sarà ristretta, togliete dai fuochi e lasciate le foglioline di salvia e basilico in infusione fino a che il tutto non sarà intiepidito. Rendete la salsa liscia e vellutata, passandola al mixer.
Componete le vostre monoporzione alternando strati di carta da musica ammollata con qualche cucchiaio di brodo vegetale, la salsa di pomodoro, il pecorino fresco grattuggiato (direi almeno 3 strati). Completate l'ultimo strato disponendo anche gli asparagi bianchi lessati.
Preriscaldate il forno a 180° e cuocete il pane frattau in modalità ventilato, per 10' o fino a che il pecorino non sarà sciolto e filante.
Mentre ripassate in pane frattau in forno, friggete le uova di quaglia in una padella appena unta con filo d'olio, mantenendo il tuorlo liquido. Salate l'albume e cospargete il tuorlo con abbondante pepe.

I miei Suggerimenti

Servite adagiando le uova di quaglia fritte sul pane frattau e decorate a piacere con fiori di borrago officinalis.

6 commenti:

  1. Non ho mai avuto il piacere di visitare la Sardegna ma i suoi sapori non mi sono nuovi ed ogni volta sanno conquistarmi :-)
    Bellissima rivisitazione e anche piuttosto equilibrata nutrizionalmente, complimenti Lore e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una terra meravigliosa, che merita indubbiamente un tour enogastronomico, come una conoscenza approfondita delle coste e delle spiagge... E' davvero pazzesca! Io e mini-me stiamo cercando di nutrirci in maniera coerente, garantendo la crescita del piccolo e la non-abbondanza della sua mamma. Speriamo che questi piattini siano effettivamente pro questo intento.

      Un bacione Consu <3

      Elimina
  2. Che piatto irresistibile e che presentazione impeccabile :)
    Buona domenica

    RispondiElimina
  3. Come mi piacciono le tue rivisitazioni chic...!
    Tradizionali, ma con un pizzico di innovazione che lascia sempre a bocca aperta!
    ^_^

    RispondiElimina
  4. Woooow STRA CHIC...che meraviglia, questo è proprio il piatto che piace allo SPICCHIO! Brava!
    Un bacione!
    PS mi aggiungo ai tuoi lettori con piacere!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina