giovedì 2 giugno 2016

Mazzancolle in panure di farina di cocco, tartare di Moretta di Vignola, pesto leggero all'avocado, menta e basilico

E' ufficialmente cominciata la mia maternità: è passata quasi una settimana e ancora sto cercando di prendere le misure e d'abituarmi a questo nuovo stile di vita.
Le giornate a casa da sola sono lunghe, interminabili ed io le sto facendo fruttare all'inverosimile: per una con la mia grinta è difficile darsi una tregua, anche se tutti mi dicono che dovrei approfittare del tempo che resta, non avendo piena coscienza di quel che m'aspetti a seguire.
E tra una visita medica ed un prelievo, tra gli ultimi acquisti per il bebé e la riorganizzazione degli spazi domestici, vuoi non trovare il tempo necessario a realizzare qualche nuovo piatto da proporre qui, nel mio porto sicuro?
Finalmente una nuova ricetta in approdo, una di quelle di sapore agrodolce, totalmente in linea con il mio gusto personale: un piatto con una dolcezza di fondo, contrastato dalla nota acidula della tartare e dalla saporosità del pesto leggero.
Di terra e di mare, con un tocco vintage ed uno innovativo, con un po' d'Italia vera ed un qualche esotismo.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

 
La lista degli Ingredienti
per 2 persone
 
300gr di mazzancolle tropicali
farina di cocco, q.b.
olio EVO del Garda, q.b.
un pizzico di fleur de Sel
 
Per la tartare
un paio di manciate di Moretta di Vignola DOP
pepe bianco, q.b.
olio EVO del Garda, q.b.
sale nero di Cipro, q.b.
 
Per il pesto leggero
1/2 avocado
10 foglie di basilico
10 foglie di mentuccia
olio EVO del Garda, q.b.
un pizzico di fleur de Sel
ghiaccio, q.b.
 
Per guarnire
infiorescenza dell'erba cipollina
 
Come procedere
 
Preparate un pesto leggero, raccogliendo nell'alto bicchiere di un mixer l'avocado, le foglie di mentuccia e basilico lavate e tamponate delicatamente, un filo d'olio ed il ghiaccio. Aggiustate di sale ed avviate il mixer ad intermittenza, per emulsionare gli ingredienti. Verificate che il pesto abbia una consistenza piuttosto fluida, oppure allungatelo con un po' d'acqua.
Lavate le ciliegie, rimuovete il peduncolo ed il nocciolo e tagliatele grossolanamente al coltello, come fareste con una normalissima tartare di carne o di pesce. Raccogliete la tartare in una ciotolina e conditela con un olio dall'aroma delicato, del pepe bianco e del sale nero cipriota.
Pulite le mazzancolle, rimuovete il carapace ed il budello ed infarinatele con una generosa manciata di farina di cocco. Cuocetele per pochissimi minuti, per ciascun lato in una padella ben calda, con un filo d'olio, aggiustate di sale. Servite caldo.
 
I miei Suggerimenti
 
Su un piatto da portata, coppate la tartare di Moretta di vignola, disponete  le mazzancolle in farina di cocco e completate con qualche cucchiaiata di pesto leggero. Guarnite a piacere con qualche petalo dell'infiorescenza dell'erba cipollina.

6 commenti:

  1. Tra poco non sarai più sola, vedrai come le tue giornate saranno piene e colme di sorrisetti ma anche di pianti, di poppate....ma quanta felicità (ci sono passata, parecchi anni fa).
    Questo piattino è strepitoso, ricco di colori allegri e di profumi :)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di mettermi alla prova... <3

      Elimina
  2. Ti penso, sai, Loredana? E sono tanto felice per te. Mi sei entrata da subito nel cuore. Ovvio, sei speciale. Speciale ed unica come questo tuo ennesimo capolavoro.
    Un grande abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bellina, ti ringrazio tantissimo... Vediamo quanto dura il periodo produttivo prima dell'arrivo del bambino! :-D <3

      Elimina
  3. Goditi questo momento di dolce attesa nel modo che senti più tuo e soprattutto, continua a cucinare questi piattini prelibati che prima o poi ti piombo a casa :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti aspetto... Anzi, noi ti aspettiamo! <3

      Elimina