lunedì 12 gennaio 2015

Detox con gusto. Potage di carciofi e topinambur con mazzancolle al sesamo e fiocchi di sale affumicato

E voi siete tornati a regime dopo le feste? Passati Natale, Capodanno e l'Epifania, l'obiettivo per me è uno ed uno soltanto: depurarsi dagli eccessi imposti dal periodo, senza mai rinunciare al gusto.
Il carciofo è uno di quegli ortaggi noti proprio per le sue proprietà disintossicanti, tant'è che qualcuno suggerisce di berne l'acqua di bollitura al fine di rigenerarsi, ripulendo il corpo dalle tossine.
Altra cosa lodevole è che del carciofo non si butta via quasi nulla, né le foglie esterne, né i gambi. Tutto infatti può tornare utile, per una preparazione o per l'altra: i cuori affettati molto finemente si prestano bene per essere consumati anche a crudo nelle insalate, ad insaporire i primi piatti, a creare un contorno eccellente o un goloso ripieno; mentre con le foglie esterne ed i gambi si possono realizzare delle ottime zuppe e vellutate. Insomma, in insalata, bolliti, spadellati o fritti: sono sempre davvero eccezionali nel gusto.
I migliori, i più teneri e saporiti, sono - ahimé - quelli spinosi: scegliete quindi il sardo DOP.
Nella proposta di oggi, ho unito questo ortaggio ad un tubero molto particolare e non troppo conosciuto: il topinambur, il cui gusto è una via di mezzo tra patata e carciofo e che, in questa preparazione, gioca un ruolo importante: quello di dare maggior densità e corpo alla potage.
In questo piatto, prepotente esce anche la nota agrumata e balsamica, conferita rispettivamente dal lime e dallo zenzero.
Il tutto viene completato in leggerezza con una spadellata di mazzancolle, insaporite con sesamo e, sul finale, con fiocchi di sale affumicato: ho adorato fin da subito l'unione di questi sapori e contrasti.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!


La lista degli Ingredienti
per 2 persone

Per la potage
500gr di topinambur
2 carciofi sardi DOP
2 cuori di porro
1 lime
fleur de sel, q.b.
zenzero essicato, a piacere
pepe bianco, a piacere
olio EVO, q.b.

Per il brodo
1 cuore di porro
1 patata
1 carota
un pollice di zenzero fresco
fleur de sel

Per la guarnizione
4 mazzancolle tropicali
sesamo, q.b.
sale affumicato, q.b.
pepe bianco, a piacere
olio EVO, q.b.

Come procedere

Preparate il vostro brodo vegetale, portando ad ebollizione l'acqua con gli ingredienti in lista. Tenete in caldo.
Pulite i carciofi, rimuovendo le spine dal gambo e scartando le estremità spinose delle foglie. Tagliateli a metà, rimuovete le barbine interne con l'aiuto di uno scavino e tuffateli in una ciotola di acqua acidulata con il succo di lime, onde evitare il processo di ossidazione.
Pulite il topinambur, pelatelo, tagliatelo a tocchetti e tuffate anch'esso nell'acqua acidulata.
Mettete a bollire i carciofi per una ventina di minuti. Scolateli e passateli utilizzando il passaverdure per ottenere una crema liscia e non fibrosa. Tenete in caldo.
Preparate un soffritto con i cuori di porro, lo zenzero e un filo d'olio EVO. Una volta che il porro sarà appassito, buttate i cubetti di topinambur e lasciate rosolare per qualche minuto. A questo punto, cominciate ad allungare con il brodo vegetale fino a coprire le verdure. Portate a cottura in una ventina di minuti e, se necessario, aggiungete qualche cucchiaio di brodo. Aggiustate di pepe e sale.
Passate il tutto al mixer, incorporate la crema di carciofo e verificate che la consistenza vi soddisfi. Se non, aggiungete ancora qualche cucchiaio di brodo vegetale.
Nel frattempo, pulite le mazzancolle rimuovendo la testa, il carapace e il budello. In una padella leggermente unta con olio EVO, buttate le mazzancolle e cuocetele per pochi minuti con una manciata di semi di sesamo. A fuochi spenti, aggiungete un pizzico di sale affumicato, che darà un tocco particolare al piatto.

I miei Suggerimenti

Impiattate la crema di carciofi e topinambur in cocotte. Servite con i gamberi spadellati al sesamo e fiocchi di sale affumicato, non prima di aver completato con un giro di olio EVO a crudo.

16 commenti:

  1. Posso dirti che trovo strepitoso questo abbinamento e questa idea di alimentazione sana e bilanciata :-)
    Complimenti e buon inizio settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie tesoro... Questa è la cucina che preferisco affrontare! Buon inizio settimana anche a te! <3

      Elimina
  2. Brava Lore!! Un altro colpo impeccabile!! Squisita!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvietta, buon inizio settimana! Un abbraccio forte :-D

      Elimina
  3. Ma è un piatto spettacolare, lo hai anche presentato in modo impeccabile :)
    Complimenti!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie come sempre per questa valanga di complimenti, che fanno ovviamente tanto piacere! Un bacio, cara

      Elimina
  4. Delizioso tesoro! Sei sempre più brava! Un bacione grandissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata a Leti e alla cucina naturale! Mancavi! Un bacio

      Elimina
  5. Ottimo!!!!! Lo dovrei mettere nella mia rubrica!! ^_^

    RispondiElimina
  6. anche qui siamo in fase dieta bilanciata e disintossicante, deliziose queste coccottine, ottimo abbinamento!
    a presto
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui siamo spesso in questa fase, direi che la cucina che prediligo è proprio quella ipocalorica! Ma in casa mia ho pur sempre qualche golosone da accontentare! Ciao Alice, un abbraccio

      Elimina
  7. Ma quante ricette sfiziose trovo qui, che bello averti scoperta! Tornerò presto! questa potage ha degli ingredienti che fanno venire l'acquolina in men che non si dica... quel tocco di affumicato dato dal sale poi, è davvero una raffinatezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, Carlotta! E ti aspetto presto... Un abbraccio

      Elimina
  8. Che meraviglia Lore!!!!! Me l'ero persa, ma.... recupero con una doppia razione ^_^
    Sei un incanto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che carina che sei... Incantevole poesia: tu! Mille bacini

      Elimina