venerdì 25 luglio 2014

Karpathos: cartoline dall'Olimpo, di nettare ed ambrosia. Una porta blu, che dà sull'isola più bella e selvaggia del Dodecaneso


Scarpanto - dall'antico nome di derivazione mussoliniana - rappresenta la Grecia autentica, esattamente come mi aspettavo che fosse.
Con chiesette votive a centinaia, dalle inconfondibili cupole cremisi o blu cobalto e con le tipiche case di un bianco lancinante e senza tetti, che tanto lì non piove mai.
E' la Grecia odorosa, dal profumo erbaceo ed aromatico, che pervade ogni dove: aromi che si sprigionano forti ed intensi sotto il solleone, trasportati dal soffio dell'indomabile Meltemi. E' lo stesso profumo di aromi e spezie, con cui cibi vengono copiosamente arricchiti; lo stesso che t'investe appena sulla soglia delle tipiche taverne, dove è come se fossi a casa tua, in mezzo alla tua gente, ma con un panorama ogni volta incredibile.
E' la Grecia ospitale, che rimanda al mito della terra dei Feaci. I Feaci, un mite popolo di argonauti, che credevano sentitamente nella sacralità dell'ospite e le cui vicende vengono narrate nell'Odissea: una terra dai mille indimenticabili volti gentili.
Karpathos, con quei paesini ove il tempo si è fermato, forti delle proprie storiche tradizioni ed abbarbicati su alture, a tutta verticalità: sono Olympos, Menetes ed Aperi.
Karpathos, con dei paesaggi tanto belli da mozzare il fiato.  Sì strepitosi, quanto contrastanti: da un lato il Kali Limni con le sue cime a sfiorare i 1200mt d'altitudine; dall'altro spiagge caraibiche ed un mare di una bellezza straziante, quando arriva il momento di tornare a casa.
Karpathos, così come l'ho vista e così come l'ho vissuta.
Vogliamo lasciare che siano le immagini a parlare?


Filo diretto con la divinità. Vi ho parlato di queste chiesette votive, che potete trovare a centinaia, sparse per tutta l'isola e nei luoghi più impensati: in cima alle alture, come a picco sul mare.
La particolarità sta nel fatto che queste chiese non siano di opera pubblica, ma opera di privati, di gente qualunque, che ha avuto la fortuna nella vita di ricevere una grazia.
Sono luoghi mistici, intrisi di santità, che davvero farebbero percepire il contatto col divino anche al più agnostico tra i miscredenti.

Cartoline dall'Olympos, di nettare e ambrosia. Il nome ricorda l'alba degli dei, il tempio maximo, dove gli dei capricciosi ed insidiosi si divertivano a tormentare l'uomo e a schernirlo per essere mortale. Ma non stiamo parlando dell'Olimpo.
Olympos è un villaggio, all'estremità settentrionale dell'isola, arroccato su di un'altura a strapiombo sul mare Egeo. Questa roccaforte sorse con lo scopo di fungere da sentinella, ai tempi in cui il mare ancora era infestato dai pirati.
Raggiungibile via mare, la via antica, attraccando al porto di Diafani e proseguendo poi via terra fino al villaggio; oppure via terra, percorrendo l'isola per tutta la sua lunghezza, il che vi darà modo di visitare l'entroterra e godere di incredibili panorami lungo la strada costiera.
Qui, ove il tempo si è fermato e le tradizioni sopravvivono e rappresentano l'attualità. Qui è possibile visitare gli antichi mulini, i laboratori di tessitura laddove, ancora oggi, le donne anziane danno vita ai propri manufatti. Qui dove è possibile vedere queste instancabili mani all'opera, nella preparazione dei piatti tipici e dove è ancora possibile trovare i makarounes stesi al sole ad essiccare. Qui dove i muri, dove porte e finestre raccontano una storia.

Indomabile Meltemi. Gli Etesii, meglio conosciuti come Meltemi, sono dei freschi venti monsonici che spirano da Nord, Nord-Est, e spirano con cadenza periodica, durante il periodo tardo-primaverile ed estivo, sulle coste della Grecia, dell'Egeo, di Creta e della Turchia occidentale.
Spirando in modo moderato o teso, garantiscono le condizioni meteo marine ideali per Wind- e Kite-surfisti.
Grazie ad un Meltemi energico, a Sud dell'isola, oltre le spiagge di Christou Pigadi e all'estemo Nord, nell'isola di Saria, si raccolgono i turisti che hanno fatto della vela la passione di una vita.
A Nord, nel villaggio di Olympos, sono invece i mulini a vento - ormai caduti in disuso - a rubare la scena, creando una splendida cornice che parla del passato e delle tradizioni.

Dove il blu sconfina. Per conoscere l'isola e le sue incantevoli spiagge, l'unico modo possibile è quello di infilarsi un paio di scarpe comode e girare con ogni mezzo, preferibilmente un quad o un 4x4.
Gli accessi alle spiagge non sono impossibili ma sono certamente difficili, qui dove la natura è selvaggia e dominante, l'aria è intrisa dei profumi della macchia: bisogna fare i conti con sterrati e strade molto strette, sovente dissestate, tutte tornanti, a picco sul mare.
Tra quelle che lasciano di stucco: Diakoftis, una spiaggia maldiviana dalla sabbia fine e dalle acque che occhieggiano delle mille e una sfumature del turchese; Achata e Apella, dalle acque smeraldine; Kira Panaghia, sovrastata da una splendida chiesetta votiva dalla cupola cremisi; le spiagge di Damatria e Christou Pigadi, meno conosciute e frequentate ma che regalano nuances e giochi di luce non meno incredibili rispetto a quelle più note e frequentate da un turismo che, per fortuna, ancora non è di massa, bensì moderato e misurato cum grano salis.

Pancia mia, fatti capanna. Qualche indirizzo dove mangiare bene, cum laude e ad una modica spesa.

Taverna Almira - Christou Pigadi
E' un posto davvero incredibile, sia dal punto di vista della location, a sormontare le due spiagge di Christou Pigadi; sia dal punto di vista della cucina.
Posso dire di aver consumato qui lo tzatziki più buono di tutta l'isola, per via dell'altissima qualità dello yogurt greco, particolarmente denso e cremoso.
Qui ho respirato un'atmosfera che solo a casa e ho condiviso i miei segreti di cucina con la giovane e rubiconda proprietaria della taverna: io le ho dato qualche idea sfiziosa per proporre un'insalata greca alternativa e lei ha voluto svelarmi qual è il suo segreto per ottenere un souvlaki di pollo e di maiale, che resti morbido e succulento.
Con questa persona squisita il clima si è fatto talmente intimo e familiare che lei ha voluto offrirmi ciò che ogni giorno porta direttamente sulla sua tavola: lamb cheese e cetrioli di auto-produzione e olio di quello buono. Un sapore unico.
Poche "lire" ben spese per mangiare divinamente e trovare una seconda casa.

Taverna Poseidon - Damatria
Ho soggiornato all'Hotel Poseidon, semplice e spartano dal punto di vista strutturale, ma con diversi punti di forzar
Anzitutto, la location: un po' defilata, in una zona molto tranquilla ma che resta comunque strategica per raggiungere le spiagge più belle e con una impagabile vista sulla spiaggia di Damatria). Per non parlar della cucina (rigorosamente tipica) e del servizio, sempre cordiale e puntuale.
Tuttavia, da food blogger di tutto rispetto, non potevo non testare la cucina della Taverna Poseidon, molto conosciuta poiché Angela - l'executive chef - è arrivata a classificarsi quinta in una delle edizioni di Masterchef Grecia.
Per una cucina tradizionale, rivisitata in chiave attuale e moderna, con piatti succulenti e ben presentati, ad un prezzo che resta comunque assolutamente abbordabile.

Taverna Apella - Apella beach
Apella è conosciuta per essere una delle spiagge più belle dell'isola, tanto da aver avuto anche dei riconoscimenti proprio per questo motivo.
E' indubbiamente la più grande la più attrezzata ed è sovrastata da una taverna, molto bella e molto accogliente, con una suggestiva vista sulla baia.
Qui, ho potuto assaggiare delle splendide verdure al forno, che un po' ricordavano la cianfotta napoletana, accompagnate ad un formaggio di capra, tipico di Karpathos, il cui nome è "Manouli".

Letture d'(a)mare. Se siete amanti della mitologia greca, non potrete perdervi le epiche avventure del Laerziade, Odisseo - noto per la sua arguzia e protetto da Atena - in una versione romanzata.

Una volta a Karpathos, per sempre a Karpathos.

13 commenti:

  1. Aaaahhhh che meraviglia!! Che posti favolosi, belle le foto, belli i piatti, grazie di avermi già fatto comodamente dal divano scegliere la meta del prossimo anno!! Un bacione e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, allora ci vedremo là... L'intenzione di tornare ha ormai messo radici in noi! :-D

      Elimina
  2. Questo tripudio di tutta la gamma di blu esistenti sulla terra mi ha rapita!
    Grazie per questo attimo di meraviglia nel grigiore di questa estate alquanto strana :D
    Ti bacio tesorino!
    Ps: se non fai altre fughe vacanziere, ma te lo auguro, potremmo vederci ad agosto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leti, ancora non so se andremo via, prenderemo una decisione in questi giorni... Anche se spero fortemente di sì!
      Un abbraccio
      Lore

      Elimina
  3. Che meravigliaaa...che foto...che colori....stupendo :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, grazie! buon Venerdì! :-D

      Elimina
  4. Spettacolare questo tuo post, mi hai fatto sognare di essere lì, di assaggiare quei splendidi piatti, di respirare la brezza marina...molto bello!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di essere riuscita a trasmetterti tutte queste belle sensazioni.
      Un bacione
      Lore

      Elimina
  5. che spettacolo! non sai quant'è che voglio andare in Grecia...20 anni? e ancora non sono andata..mannaggia...
    che voglia però
    buona settimana

    RispondiElimina
  6. che spettacolo!
    non sai quanti anni sono che mi prometto di andare in grecia ma poi..non ci vado mai.
    le tue foto sono meravigliose, una più bella dell'altra (ma come fai io per caricarle sui post impiego tantisssimo e per caricare tutte queste avrei impiegato un giorno intero) e lasciatelo dire anche tu sei davvero bella!
    complimenti per tutto
    a presto e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo per tutto queste cose carine che hai scritto! La Grecia ti aspetta, merita davvero di essere visitata: che i tuoi buoni propositi diventino più di buoni propositi! Buon Venerdì!
      Un abbraccio
      Lore

      Elimina
  7. foto stupende posto magnifico e tu sei lasciatelo dire sei bellissima!!! praticamente perfetta!!

    RispondiElimina