Passa ai contenuti principali

Paglia e fieno veggie con pomodorini Pachino arrostiti, mandorle tostate e basilico

Dopo la versione zen con pesto di avocado, menta e fragola, mi diletto nella preparazione di un'altra ricetta veloce, che ben si sposa con i fondamentali: gusto e leggerezza.
In questo periodo sto facendo il possibile per limitare l'uso (e l'abuso) del mio primo, grande amore: la pasta. Con pomodoro, olio buono e basilico. In tutta semplicità.
E questa è la soluzione ideale per ritrovare tutto il piacere della pasta, dalla gestualità al sapore, in un piatto 100% vegetale.
Buona, buona davvero. Con delle note predominanti già a livello olfattivo: il profumo persistente e aromatico del basilico, quello agrumato della scorzetta di lime e la nota tostata della mandorla. E, chiaramente, con tutto il sapore concentrato dei pomodorini arrostiti: un must nella mia modesta cucina.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
per 2 persone

2 zucchine medie
2 carote medie
15 pomodorini Pachino
una manciata di mandorle a scaglie
la scorzetta di un lime
basilico, a piacere
piment d'Espelette, a piacere
olio EVO, q.b.
fleur de sel, q.b.

Kitchen tools
Cutter o temperino per verdure

Come procedere

Lavate e spuntate le zucchine e le carote. Utilizzando il vostro cutter, ottenete delle tagliatelle vegetali, da utilizzare "raw". 
Conditele con olio, basilico spezzettato grossolanamente con le mani, un pizzico di peperoncino e scorzetta di lime. Lasciate marinare in frigorifero, fino al momento di servire.
Nel frattempo, preparate i pomodorini arrostiti. Lavate ed asciugate i pomodorini, disponeteli ben distanziati su una leccarda rivestita con carta forno. Conditeli con olio, fior di sale e scorzetta di lime. Fateli cuocere in forno preriscaldato, a 230° per una quindicina di minuti, controllando a vista.
In una padella ben calda, fate tostare leggermente le mandorle a scaglie.
A freddo, condite le tagliatelle vegetali con i pomodorini e le scaglie di mandorle tostate ed una bella presa di sale.

I miei Suggerimenti

Impiattate a nido le vostre tagliatelle vegetali paglia e fieno, guarnendo con qualche pomodorino arrostito, mandorle a scaglie, foglioline di basilico fresco ed un giro d'olio EVO per completare.

Commenti

  1. Stupenda questa versione!! Brava Lore, sempre avanti tu!!!
    Un bacioneeeeee!!!

    RispondiElimina
  2. E dopo la versione zen io mi papperei anche questa..!
    Semplicità e leggerezza spesso vanno a braccetto con sapore e genuinità.. Bellissimo questo primo, com zucchine e carote che si attorcigliano assieme ai taglierini! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000, ragazze! In questa cucina, sapore e genuinità sempre mano nella mano: questa è una garanzia.
      Baci
      Lore

      Elimina
  3. Un piatto che rispecchia perfettamente anche la mia idea di light con gusto ^_^
    Adoro gli spaghetti di zucchine e il tuo condimento sa valorizzare tutto al meglio ^_^
    Complimenti cara e felice serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, felice che a proposta sia di tuo gradimento.
      Buona serata a te <3
      Lore

      Elimina
  4. Anche a me piace tanto la pasta e specialmente con pomodoro e basilico. Questa tua creazione è fantastica e a prima vista sembra un piatto di pasta per davvero :))
    Sempre bravissima!!!!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Quanto è invitante questo piatto di pasta.... una delizia!!!!

    RispondiElimina
  6. Deliziosa come sempre, Loredana. Gusto e raffinatezza in un colpo solo.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cestini di pasta brisée con ricotta di bufala, porro e pancetta affumicata

Se vi dovesse venire la voglia di preparare un antipastino sfizioso, che non porti via troppo tempo nella preparazione, questo è l'ideale.
In generale, considero la pasta brisée e la sfoglia già pronte come una sorta di manna dal cielo, poiché ci permettono di fare efficienza risparmiando parecchio tempo, facendo comunque un gran figurone.
La freschezza della ricotta, la croccantezza e il sapore leggermente affumicato dei "coriandoli" di pancetta soffritti e la dolcezza del porro rosolato in padella faranno il resto.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

Insalata di farro alla catalana

Amo moltissimo il luogo in cui vivo, la mia bella Brianza, un crocevia tra gli "Sciur" della Milano bene, i "Laghée" della zona di Como/Lecco e i "Muntagnat" della Valtellina e delle valli bergamasche. E per quel che mi riguarda è importantissimo fare delle scelte di salvaguardia delle realtà contadine del territorio, preservando in tal modo anche un pezzetto del nostro ambiente: è per questo motivo che, per l'acquisto delle materie prime (in particolare per alcune categorie di prodotto), preferisco rivolgermi alle piccole realtà rurali della zona (cascine, mulini), piuttosto che alla grande distribuzione. Una scelta per l'ambiente, per il territorio, per le tradizioni locali, che è anche garanzia di genuinità e alta qualità dei prodotti. Ed è bello poi vedere come, a partire da ingredienti semplici, sia possibile creare dei piatti tutt'altro che frugali. E' il caso di questa insalata di farro: fresca, deliziosa, un vero concentrato di sa…

Brandade de morue: baccalà alla provenzale

Chi mi conosce sa di questa mia fissazione per la Provenza: una fissazione che ha del patologico. Adoro i luoghi della Provenza, lo stile shabby-chic provenzale, la cucina di Provenza, semplice ma odorosa e raffinata. Per voi oggi indosso i panni de la Marianne, simbolo di Francia, proponendovi un piatto per nulla difficoltoso: una di quelle preparazioni che si fanno da se, con un minimo sforzo per una massima resa. In Francia lo chiamano "Brandade de Morue", ma non è che il parente prossimo del "Brandacujun", tipico del ponente ligure. Questa la prefiguro come una proposta adatta ad un antipasto rustico o per un aperisfizio assolutamente informale tra amici, dove spalmare crostoni di pane brascato con salsine di ogni sorta e diversa provenienza e dove mangiare rigorosamente con le mani. Di nuovo, per palati che prediligono gusti decisi e piatti di sostanza. Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi e stessi e soprenderete anche i vostri ospiti!