martedì 3 novembre 2015

Risotto alla zucca napoletana e tartufo con quenelle alla robiola

Benvenuto Autunno! E' sempre bello mettere in conto un giorno di ferie da dedicare completamente a te stesso: spaziando dal dolce far niente al fare unicamente quello che desideri. E assaporare ogni istante di quella giornata come fosse un dono, come avesse un che di miracoloso.
Alzarsi la mattina senza l'incubo di dover timbrare quattro volte al dì entro un certo orario; senza il disagio di doversi imbucare in tangenziale, snocciolare il rosario pregando di non trovare code o inspiegabili colli di bottiglia; senza dover affrontare le paranoie, la volubilità, a volte anche la mera ignoranza delle persone con cui sei forzato a convivere cinque giorni su sette.
Oggi io vengo prima di tutto, oggi vi regalo colori e sapori di sagione.
Un autentico amore di binomio: zucca e tartufo. E un piacevolissimo contrasto tra caldo e freddo.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

La lista degli Ingredienti
per 2 persone

Per il risotto
160gr di riso varietà Carnaroli
brodo vegetale, q.b.
1 piccolo tartufo nero "Scorzone"
100gr di zucca napoletana bio
30gr di pepato di Sicilia grattuggiato
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio EVO, q.b.

Per il brodo
1 scalogno
1 pezzetto di zucca napoletana bio
1 carota bio
1 costa di sedano verde bio
qualche foglia di alloro
qualche foglia di salvia
pene nero in grani, a piacere
fleur de sel, q.b.

Per la guarnizione
80gr di robiola
1 piccolo tartufo nero "Scorzone"

Come procedere
 
Preparate il brodo vegetale con gli ingredienti elencati sopra.
Setacciate la robiola e profumatela con una bella grattuggiata di tartufo nero scorzone. Mescolate bene e riponete a rassodare in frigorifero, in modo che sia più semplice realizzare le quenelle.
Lavate e tagliate la zucca a cubetti quanto più possibile regolari.
In una casseruola, soffriggete lo scalogno affettata al velo con un filo d'olio EVO. Aggiungete la zucca e lasciate colorire. Aggiungete il Carnaroli, tostatelo e sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco secco. Aggiungete poco alla volta il brodo e portate lentamente a cottura. 18' saranno sufficienti per avere un buon risotto, al dente.
Aggiustate di sale e abbondante pepe nero macinato al momento.
A fuoco spento, mantecate con il pepato di Sicilia ed una bella grattuggiata di tartufo nero. Lasciate riposare con il coperchio per un minuto.
I miei Suggerimenti
Impiattate completando ogni piatto con una piogga di scorzone grattuggiato e una quenelle di robiola. Se la crema di robiola e tartufo rimanesse d'avanzo, potrete realizzare dei gustosi crostini come antipasto.

Ed è subito Autunno...

4 commenti:

  1. E andiamo di robiola oggi!!!!! :))
    Ottimo questo risotto con la zucca, davvero gustoso.
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Oh si.. Un bellissimo giorno di ferie per creare questa delizia bisogna proprio ritagliarselo!!! Che bontà, bravissima!

    RispondiElimina
  3. Magari poter vivere ogni giorno con questa intensità :-) Tu hai saputo sfruttare il "tuo" momento al meglio, coccolando tutti i sensi con questo risotto speciale :-)

    RispondiElimina
  4. Veramente bello il tuo blog!!!!
    Articoli ben fatti e contenuti diversi dai soliti....
    Sono una tua nuova lettrice, se ti va di ricambiare questo è il mio blog
    recensionismart.blogspot.it

    RispondiElimina