martedì 9 agosto 2016

Fregola sarda con ragù di mazzancolle, rigatino toscano e pomodorini secchi

C'è sempre chi si prepara con largo anticipo all'evento.
Chi lo fa leggendo recensioni del miglior mangiapannolini e chi acquistando biberon dalle forme più avveniristiche, propendendo poi l'allattamento al seno.
Chi fagocitando manuali di puericultura e chi libri sull'autosvezzamento.
La sottoscritta rientra proprio in questa categoria: la categoria alla quale appartengono coloro che pianificano sempre tutto; di coloro che hanno la necessità di sentirsi pronti ad affrontare ogni situazione difficile, perfettamente abili ed arruolati; di coloro che tutto deve essere impeccabile, non perfettibile.
E' stato sufficiente un mese e qualche giorno con il mio piccolo Riccardo per assistere ad una clamorosa svolta: ora la sopravvivenza prima di tutto.
Oggi abbiamo un nuovo piatto che forse, un giorno o l'altro, quando Lui sarà cresciuto, avrò occasione di far assaggiare a questo esserino, che mi fa dannare ed innamorare di se ogni giorno. La fregola è un'ottima pasta di semola di grano duro, tipica della Sardegna, che sovente viene servita con un sugo di arselle. Ottima con le conchiglie, io l'ho servita con un goloso ragù di terra e di mare: con rigatino toscano, mazzancolle e pomodorini secchi in un connubio perfetto.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!