Oggi spadello con...

Confiteor e liturgia della parola. "Oggi spadello con...": la mia nuova rubrica, tutta da leccarsi i baffi.

Cosa più mi rende orgogliosa del mio blog? La domanda è retorica.
Quello che pubblico qui non è altro che una perfetta rappresentazione di quello che viene servito sulla mia tavola: la più vera espressione del mio quotidiano, con una naturale propensione alla proposta di piatti leggeri ed ipocalorici, un amore per nulla platonico ma necessariamente tenuto a freno per i carboidrati e gli strappi alla comune regola, quelli tipici del fine settimana. Questo sì, mi rende molto fiera.
Altra cosa che mi rende orgogliosa è il fatto che gran parte delle proposte - laddove non diversamente espresso - siano nient'altro che farina del mio sacco. Mi faccio suggestionare non tanto dalle ricette altrui, quanto dalle immagini, dai colori, dai profumi, da quello che posso vedere nella vetrina di una pasticceria o che assaggio per la prima volta al ristorante, ad una sagra o a casa di un amico: l'ispirazione arriva mettendo in gioco tutti e cinque i sensi.
Mi viene naturale trovare abbinamenti efficaci e - quasi neanche me n'accorgo - mi trovo a buttare giù uno schizzo, una bozza del mio progetto culinario, la lista degli ingredienti e un'idea per la presentazione: io lavoro così, con carta vergine e mine a portata di mano.
Certo, farina del mio sacco: ma stiamo parlando del frutto polposo e maturo, nato dagli insegnamenti e dai consigli avuti da chi mi sta sempre accanto. E io, sempre vigile e attenta, con una incessante fame di sapere e consumata dalla voglia di imparare qualcosa di nuovo.
La rubrica "Oggi spadello con..." nasce prima di tutto per rendere omaggio a queste persone - spesso con una sconfinata cultura enogastronomica, talvolta con un potenziale inespresso - che hanno avuto molto da insegnarmi, sulle cose della vita e sui segreti della buona tavola.
Perché cucinare è anche il piacere di condividere delle idee, dei tips e le scoperte fatte passo-passo: questo è il giusto spirito, quello con cui ogni cyber-cuoca dovrebbe approcciarsi a questa passione da nutrire giorno dopo giorno, con pazienza e dedizione.

Nessun commento:

Posta un commento