lunedì 18 febbraio 2013

Mini cupcakes salati con provola e zucchine

Non solo dolce: non vedevo l'ora di cimentarmi nella realizzazione di muffins/cupcakes salati e, tanto per cominciare, ho preso spunto da una ricetta trovata qui .
L'ideale da proporre per un ricco buffet da aperitivo o per risolvere in maniera easy ma chic un antipasto, un ottimo preludio ad una cena con i fiocchi.
Questi cupcakes hanno un gusto molto delicato per via degli ingredienti: base la dolcezza della zucchina in accostamento ad un formaggio dal gusto non particolarmente deciso, la scamorza bianca.
Buonissimi così, acquisiscono indubbiamente maggiore carattere se accostati ad una crema realizzata unendo del burro ad una punta di pesto. Un pizzico di paprika dolce, darà il tocco finale a questa preparazione.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e soprenderete anche i vostri ospiti!

Crema di zucchine, patate e porro

Dopo alcuni eccessi calorici imposti per esigenze "sociali", è decisamente il caso di darsi una regolata, abbattendo le calorie e tagliando le dosi, senza però rinunciare al gusto. E quindi via libera al comfort food: creme di verdura, zuppe e minestre. Cibi sani, ricchi di vitamine e fibre, che soddisfino però anche le papille gustative!
Questa vellutata non è che l’esempio concreto e lampante di quanto detto sopra. Per renderla ancora più sfiziosa, basterà semplicemente aggiungervi qualche crostino e un filo d’olio EVO, di quello buono, a crudo.
Per accorciare i tempi di preparazione, il brodo di verdure è stato preparato utilizzando del biodado, un concentrato di verdure ed erbe, totalmente privo di glutammato, lievito, grassi ed aromi. Una fantastica scoperta!
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

Grissini di sfoglia ai semi di sesamo, semi di papavero e sale rosa dell’Himal​aya

Un’idea sfiziosa, veloce e di una semplicità imbarazzante, per risolvere agilmente un aperitivo o da servire a tutto pasto.
Un po’ diversi dai classici grissini, cui peculiarità sono la croccantezza, la friabilità e la fragranza. Questi, invece, convincono per la leggerezza e il corpo della sfoglia, sono uno tira l’altro, mettono tutti d’accordo.
Io li ho aromatizzati con semi di papavero e sesamo, ma potrete utilizzare qualsiasi cosa vi suggerisca la vostra fantasia: semi di finocchio, peperoncino, rosmarino, cipolla.
Il sale rosa dell’Himalaya è molto pregiato, puro, ricco di elementi naturali ed oligoelementi. Il suo gusto è più rotondo e meno aggressivo del sale marino, accompagna ed esalta il sapore dei cibi senza andarlo a coprire. Indubbiamente dà quel tocco scenografico alla preparazione, ma può essere tranquillamente sostituito con del normalissimo sale da cucina.
Ora vi lascio alla ricetta, stupite voi stessi e sorprenderete anche i vostri ospiti!

venerdì 15 febbraio 2013

Chocolate chip cookies alla farina di castagne

Poco tempo a disposizione; pochi, semplici ingredienti e nessuna possibilità di reperirne altri; un "Valentino" molto goloso da accontentare: cercavo nel web qualcosa che mi potesse trarre d'impaccio e così sono capitata qui. Proprio così, ho deciso di preparare questi biscotti in occasione della Festa degli Innamorati: gli uomini vanno presi per la gola! "I Succulentissimi", così sono stati ribattezzati, oltre a "Valentino" hanno saputo conquistare un largo pubblico: familiari, amici, colleghi.
Questi biscotti li vedo adatti ad una colazione da campioni, per il tè delle cinque o, perchè no, da sgranocchiare prima dell'attività sportiva.
Ora vi lascio alla ricetta: stupite voi stessi e sorprenderete i vostri ospiti!